20 marzo, 2014

INVENTARIO NAPOLETANO: un workshop di Urban Sketchers


logo di Franco Lancio

*sold out!*
Il workshop è al completo con più di 30 iscritti da 10 diversi paesi.
Scrivetemi per essere inseriti nella lista d'attesa in caso di rinuncia di qualche partecipante,
oppure per essere informati di altri workshop o iniziative. 
Il workshop di Urban Sketchers a Volterra 23/27 luglio prossimo è in preparazione.


INVENTARIO NAPOLETANO: colleziona la città
III° Urban Sketchers Workshop a Napoli, 5 - 8 giugno 2014
con Simo Capecchi, Federico Gemma, Nina Johansson e Caroline Peyron

Tornano gli Urban Sketchers a Napoli in questa terza edizione dove andremo nuovamente alla scoperta della città, attraverso le sue variegate e molteplici collezioni, nei musei e dietro le quinte, nei loro laboratori, ma anche nei vicoli movimentati e nei mercati affollati. Il nostro tema sarà come rappresentare il contrasto tra ordine e disordine, come rendere la percezione di un singolo oggetto nella moltitudine di persone, segni, oggetti e manufatti che costituiscono e rendono peculiare questo vivace ambiente urbano. Faremo una raccolta disegnata di opere d'arte e oggetti di ogni tipo, persone, piante e animali...
Noi disegnatori siamo collezionisti, ossessionati in viaggio o nelle nostre caccie al tesoro dal bisogno di portare a casa un bottino di schizzi con la descrizione più completa di un luogo. Vi invitiamo a portare questa attitudine alle sue estreme conseguenze per creare ognuno il proprio inventario napoletano, il proprio catalogo ragionato, la propria collezione della città.

I partecipanti potranno sperimentare diversi approcci al disegno in presa diretta e all'urban sketching. Le sessioni saranno guidate a turno da uno dei quattro istruttori, con la collaborazione e la compresenza degli altri tre. Insieme a me e oltre a Caroline Peyron, torna a Napoli Federico Gemma (qui la primavera scorsa), premiato disegnatore naturalistico di Roma e arriva per la prima volta Nina Johansson, artista di talento ed insegnante d'arte, grafica e design a Stoccolma (qui il suo ultimo libro sulla Sagrada Familia).


* Si ringrazia la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli per la preziosa collaborazione.


locations / instructors
Icone e segni della città - Quartieri Spagnoli con Simonetta Capecchi
Caccia grossa - Museo di Zoologia con Federico Gemma
Collezionare un luogo - Montesanto con Nina Johansson
Ordine e disordine. Le "paperolles" Capodimonte e Archeologico con Caroline Peyron

Icone e segni della città con Simonetta Capecchi:
Ai Quartieri Spagnoli resto incantata dal groviglio di persone, oggetti, artefatti che riempiono, decorano, invadono e trasformano lo spazio pubblico. Vestiti ad asciugare, stendini, tende aggettanti, antenne e paraboliche, panari e condizionatori, sedie e ogni sorta di oggetti abbandonati e accatastati, edicole votive e bancarelle, lapidi e graffiti. Il tutto attraversato da persone e motorini in perenne movimento. Molti sono gli elementi ripetitivi, variazioni infinite sullo stesso tema.
I Quartieri Spagnoli sono anche un vero museo all'aria aperta per i writers cyop&kaf che negli ultimi anni hanno disseminato le loro opere nei vicoli stretti, qui la loro mappa. Andremo alla ricerca dei segni e degli elementi iconici per noi più significativi. Il taccuino sarà la mappa dei nostri avvistamenti. Con inchiostro, pennarelli, pastelli colorati, la tecnica dovrà essere veloce e pratica per adattarsi a questo particolare contesto.


Obiettivi: Imparare ad essere selettivi e a non lasciarsi sopraffare dalla moltitudine di elementi. Trovare un modo personale di descrivere un luogo e organizzare una sequenza di disegni in modo coerente. Comporre la pagina in modo da darle un valore grafico, enfatizzando in modo selettivo forme, linee e colori che abbiamo di fronte.
 




Caccia grossa con Federico Gemma:
Il Museo di Zoologia di Napoli ospita una delle più notevoli collezioni di animali imbalsamati del 17° secolo con mammiferi, uccelli, rettili e insetti inclusi animali rari ed estinti. Anche se abitualmente li ritraggo nel loro ambiente naturale, musei come questo sono un'occasione preziosa per fare pratica e familiarizzare con la struttura e l'anatomia degli animali. In questa caccia disegnata i partecipanti saranno guidati a creare ed organizzare una collezione zoologica sul proprio taccuino.


Obiettivi: apprendere o migliorare la tecnica dell'acquarello, la scelta dei colori, le luci e le trasparenze; l'importanza del tipo di carta e i differenti effetti che si possono ottenere dipingendo sulla carta asciutta o bagnata; come ottenere grigi luminosi e toni neutri; come scegliere un soggetto e come disegnarne forma e volume in modo corretto prima di aggiungere i dettagli.





Collezionare un luogo con Nina Johansson:
In ogni luogo della città c'è sempre molto di più che un insieme di manufatti, oggetti o persone che passano. Un insieme di colori, luci, suoni, odori e movimenti si aggiunge alla scena che abbiamo di fronte e ci sono piccole storie e cose che accadono. Anche se sarà difficile raccogliere gli odori nei nostri taccuini... in questo workshop proveremo a rappresentare nei nostri taccuini questo qualcosa in più, che costituisce il carattere specifico del luogo. Nella vivace area di Montesanto tra il mercato del pesce e della verdura e il viavai della Stazione della Funicolare, proveremo a cogliere e collezionare questi molteplici aspetti del luogo in modi diversi: dalla griglia ordinata di elementi, al caotico sovrapporsi degli schizzi che riportano colori, suoni e movimenti, fino ad una composizione della pagina più strutturata, a partire da una composizione principale.

Obiettivi: restituire il carattere di un luogo, senza necessariamente disegnare l'intera scena in una sola composizione; sperimentare diversi approcci all'esplorazione di un luogo, rappresentandone i multiformi aspetti; aggiungere pezzi di conversazione, dettagli, movimenti e storie, per catturare qualcosa in più oltre agli elementi architettonici che costituiscono la città.







Ordine e disordine. Le "paperolles" di Proust con Caroline Peyron:
Durante la visita al Museo di Capodimonte e al Museo Archeologico e il sopralluogo dietro le quinte nei loro laboratori di restauro, lavoreremo sul contrasto tra ordine e disordine. Questo contrasto nei nostri taccuini dovrà saltare agli occhi... Sono affascinata dalle "paperolles" di Marcel Proust, strattagemma che adottava quando aveva bisogno di spazio aggiuntivo per annotare idee nei suoi taccuini e manoscritti: ogni parola, ogni frase ad una rilettura ne suggeriva di nuove che lui aggiungeva incollando pezzetti di carta alla pagina originaria, come dei pop up. Il processo creativo di Proust includeva lo scrivere frammenti, metterli insieme e poi separarli, per poi riassemblarli in altro modo. L'utilizzo di carta trasparente, aggiunta o incollata al taccuino, potrà essere un buon modo per mostrare strati, contrasti e relazioni tra le opere d'arte esposte nel museo Archeologico e quelle accatastate nei depositi, che sarà possibile eccezionalmente visitare. Diversi strati trasparenti potranno dare l'idea del "prima e dopo la cura" delle opere nei laboratori di restauro del Museo di Capodimonte.

Obiettivi: Imparare ad arricchire il taccuino, con tagli ed inserti di "paperolles", per trasformarlo in un oggetto differente, influenzato dal contesto e dalle sensazioni che proviamo. Il taccuino dovrà rappresentare la ricchezza, la sovrabbondanza del contesto e comunicare il nostro sentimento di sorpresa e di scoperta.





Programma
Saremo presenti in quattro instructors per tutta la durata del workshop, uno di noi a turno condurrà il laboratorio. Luoghi e orari potrebbero cambiare. Disegneremo insieme circa 6 ore al giorno per un totale di 21 ore di workshop più un pomerggio aperto a tutti.

Giovedì 5 Giugno
10.00 / 13.00  introduzione e demo di acquerello (luogo da definire)  
15.00 / 18.00  Museo Archeologico / tutti gli instructors
Venerdì, 6 Giugno

10.00 / 13.00  Museo di Zoologia / Federico Gemma 
15.00 / 18.00  Quartieri Spagnoli / Simo Capecchi 
Sabato, 7 Giugno

10.00 / 13.00  Museo di Capodimonte / Caroline Peyron 
15.00 / 18.00   Montesanto / Nina Johansson 
Domenica, 8 Giugno 

10.00 / 13.00  Molo Beverello / tutti gli instructors 
15.00 in poi: Sketchcrawl aperto a tutti nel Porto di Napoli

Partecipanti Massimo 30, minimo 12. Tutti i livelli di esperienza sono benvenuti. 

Materiali  Utilizzeremo penne, pastelli colorati, acquerelli, brushpen, pennelli ad acqua, inchiostro... portate quello che utilizzate di solito o qualcosa di nuovo che volete sperimentare. Per Caroline Peyron portare colla, fogli trasparenti vari e forbici o taglierino. Caroline ama l'inchiostro, vedremo se sarà possibile utilizzarlo; qui la vedete all'opera con ago e filo, bambù e pennello giapponese. L'attrezzatura "segreta" di Nina Johansson qui. A Nina piace sperimentare nuovi materiali: qui i suoi acquarelli alla vodka, per superare le rigide temperature della sua città! Qualcosa dalla mia borsetta qui. Quella di Federico Gemma qui.


Sponsor Moleskine donerà un taccuino per acquerello e un pocket per appunti. 

Iscrizione  220 €  - sconto studenti: 180 €
per iscriversi scrivere a: simo.capecchi(at)gmail.com 

Alloggio  
Abbiamo un accordo con una fondazione artistica per un alloggio comune del gruppo in stanze singole o doppie a prezzo conveniente, in una struttura conventuale storica della città. Scrivere a Simo Capecchi per avere maggiori informazioni.
QUI la Mappa del workshop, con percorsi, location e altre soluzioni di alloggio.

Foto delle precedenti edizioni:
II° Naples Urban Sketchers workshop 2013
I° Naples Urban Sketching workshop 2012


Chi siamo
Simo Capecchi bio / meet the instructor 

Caroline Peyron è un’artista francese che vive a Napoli. Sue mostre personali si sono tenute presso l’Istituto Francese Grenoble, la Biblioteca Nazionale, il Museo Archeologico e Castel Nuovo di Napoli e l'Istituto Nazionale per la Grafica di Roma. Ha un'esperienza ventennale di atelier di pittura e laboratori di disegno con bambini, ragazzi e adulti, presso scuole o istituzioni come il Museo di Capodimonte e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Ha diretto l'atelier di pittura per "Chance", la scuola della seconda occasione a Napoli. Collabora con Simo Capecchi per i workshop di Urban Sketchers a Napoli e a Volterra e con lei cura il workshop di Disegno in Scena e dei Disegnattori. 

Meet the instructor.

 Nina Johansson è cresciuta a Umeå nel Nord della Svezia ma vive e lavora a Stoccolma dal 1996. Laureata nel 2002 presso l'University College of Arts, Crafts and Design di Stoccolma, insegna arte, fotografia, design e computer grafica in un college della sua città. Ama dipingere, soprattutto ad acquarello e lavora anche come illustratrice. Il disegno è per lei sempre stato importante, ama in particolare rappresentare forme e paesaggi della vita urbana. Le piace sperimentare nuovi approcci e tecniche artistiche per ritrarre Stoccolma e i posti che visita. Riempie i suoi taccuini con ogni sorta di esperimento per costringersi ad uscire dalla sua "comfort zone" del disegno a penna ed acquarello. E' corrispondente di Urban Sketchers, membra dell'Advisory Board ed è stata instructor ai Simposi internazionali di Lisbona, Santo Domingo e lo sarà di nuovo a Paraty (Brasile) la prossima estate.
Blog: http://www.ninajohansson.se/ 

Meet the instructor

Federico Gemma è un artista naturalista, membro della Society of Wildlife Artists, che ha ottenuto premi (Birdwatch Artist 2012) e riconoscimenti ed espone le sue opere in Italia e all'estero. Seguendo la sua passione per la natura, si è laureato in Scienze Biologiche a Roma per diventare zoologo anche se, già durante gli studi, dedicava gran parte del suo tempo all'illustrazione naturalistica. Le scienze biologiche fanno ancora parte dei suoi interessi; Federico lavora infatti per parchi naturali e riserve, musei e collezioni naturalistiche, disegnando e illustrando calendari, pannelli, aree tematiche, libri, brochure e riviste. Come pittore, passa il tempo libero viaggiando alla ricerca di paesaggi e animali da ritrarre nel loro habitat naturale: "Appena posso prendo appunti disegnati a matita ed acquerello su un taccuino che porto sempre con me. ll disegno dal vero è per me un processo fondamentale ed insostituibile per imparare ad osservare e fissare sulla carta istanti ed idee. Alcuni dei miei schizzi diventano quadri finiti, altri restano una memoria dei miei viaggi ed avvistamenti".
Blog: federicogemma.blogspot.it

Meet the instructor

in English, on Urban Sketchers Workshop

06 febbraio, 2014

Barcellona, toccata e fuga


Paseo de Gracia

Durante il Simposio degli Urban Sketchers a Barcellona la scorsa estate, ho frequentato il workshop di Veronica Lawlor al Paseo de Gracia. Non so se sono riuscita a seguire i suoi consigli, ma è sempre un piacere disegnare accanto a lei. Ho cercato di essere più "grafica" del solito e meno precisa con l'architettura: difficile...
Qui sotto un panorama dalla terrazza del Museu d'Historia de Catalunya.  Ci sono andata prima del Simposio con un gruppo di amici disegnatori locali che si incontrano ogni settimana per disegnare insieme. Si sono chiamati la fuga del martedì, bel nome per chi si dedica alle prospettive urbane.

Barcelona

03 febbraio, 2014

i DISEGNATTORI 3


i disegnattori
i disegnattori
i disegnattori

Il lavoro degli attori procede. Dopo le luci, sono arrivate le pezze di stoffa dai colori pastello e sono apparse, per frammenti, una Visitazione e una Deposizione di Pontormo. Anche il lavoro dei disegnatori si fa più interessante... Altri disegni in questo set.

21 gennaio, 2014

i DISEGNATTORI 2

4-9
Procedono gli incontri dei DisegnAttori e si cominciano a intravedere gli "stop" di gruppo, ancora improvvisati, che porteranno al montaggio della performance di tableaux vivantes ispirata ai quadri di Pontormo e Rosso Fiorentino. I disegni devono essere molto rapidi. Io cerco di fare il reportage della creazione dello spettacolo e scrivo anche molto.

 5-5
Finalmente sono comparsi anche gli spot che creano le ombre, così gli schizzi acquistano un minimo di profondità.



Nel video gli incontri di dicembre nelle foto di Cecilia Battimelli, con i disegni miei, di Caroline Peyron e di Franco Lancio e la musica di Gaetano Coccia utilizzata per gli esercizi degli attori. Qui altre immagini.

Ci vediamo questo giovedì 23 gennaio dalle 16.00 nella sede di Teatri 35, in largo Proprio d'Arianiello, 12 a Napoli. Anche per chi non è mai venuto, è un buon momento per iniziare - ci saranno ancora 9 incontri da qui a marzo.

Per gli interessati al gesture drawing, consiglio questa serie di video americani, molto didattici e comprensibili anche se non si parla inglese e il lavoro di un artista ispirato dal movimento dei danzatori, David Cottingham.

10 dicembre, 2013

i DISEGNATTORI 1

2° incontro

Siamo appena agli inizi, gli attori fanno esercizi di riscaldamento e di coordinazione, imparano a muoversi a ritmo di musica e ad avere la percezione della posizione e del movimento degli altri all'interno della scena. Forse meno suggestivo di un tableaux vivantes nella sua messa in scena, ma ugualmente coinvolgente assistere alla creazione vera e propria dello spettacolo.



Il prossimo appuntamento è questo giovedì 12 alle 17.00, qui il programma degli incontri. I disegnatori possono recuperare gli incontri persi in uno qualsiasi degli appuntamenti degli attori.
Nel disegno qui sotto, una danzatrice di Pontormo. Lo so, il confronto è schiacciante, ma bisogna pur guardare i maestri...



23 novembre, 2013

Settembre nella banlieue di Parigi


RD7 promenade en croquant 3

RD7 promenade en croquant 4

Due Moleskine Japanese riempiti nel secondo fine settimana lungo la futura linea del Tramway 7, a Sud di Parigi, organizzati da Franca Malservisi del CAUE Val-de-Marne, con l'amico disegnatore Michel Longuet. Una passeggiata di disegno collettiva insieme ad un gruppo di simpatici Urban Sketchers parigini, incuranti del tempo e della destinazione, non esattamente pittoresca! Altre foto e disegni delle 4 passeggiate qui.

Le giornate facevano parte del programma di comunicazione e promozione delle trasformazioni urbane in corso nella Val-de-Marne, che prevede incontri e passeggiate lungo i cantieri, aperte a tutti i cittadini. Fantascienza, se penso ad esempio ai cantieri della metropolitana che stanno devastando Napoli.

Grazie a Moleskine che ancora una volta ha donato i taccuini.
In english, on Urban Sketchers, en français dans Urban Sketchers Paris.

14 novembre, 2013

Il disegno delle persone in movimento



Se volete disegnare tutto, perdete tutto, dice Caroline Peyron all'inizio di questo video con le foto di Cecilia Battimelli durante l'ultima sessione del laboratorio fatto insieme a Teatri35 la primavera scorsa. Il disegno è sempre una questione di sintesi e se la scena si muove lo è ancora di più. Rinunciare ai dettagli o alla veduta d'insieme, scegliere velocemente cosa e come rappresentarlo.

Si tratta del gesture drawing di Kimon Nicolaides (qui il suo storico libro in pdf, The Natural Way to Draw, con esempi interessanti di disegni antichi) ed è un esercizio classico nella formazione artistica: la posa veloce della modella, alternata a quella più lunga. Naturalmente è necessario un certo allenamento per prendere il ritmo e ognuno deve trovare la tecnica migliore per ottimizzare tempi e resa finale. Marc Holmes, un amico di Urban Sketchers canadese, in seguito all'esperienza di un reportage disegnato durante la realizzazione di uno spettacolo teatrale, ha raccolto qui dei consigli interessanti: People in motion. con una demo in video. Marc suggerisce inoltre di usare penna stilografica con inchiostro solubile, per fare il tratto e velocemente renderlo pittorico, sciogliendolo in alcuni punti che creano le ombre.

Nel nostro laboratorio di Disegno in Scena l'esperienza del disegno del movimento si arricchisce, per la presenza in scena di tre attori che si ispirano alla pittura e lavorano sui quadri scomponendoli e rianimandoli. Noi disegnatori ci troviamo dentro il quadro e contemporaneamente nello studio del pittore che lo ha dipinto - e avrà similmente messo in posa i suoi modelli - ma partecipiamo anche alla preparazione di Francesco, Antonella e Gaetano come ad una danza, una sequenza ritmata dalla musica in cui la posa finale è solo una pausa nel passaggio da un quadro all'altro. La mano che disegna si sintonizza sul ritmo della musica e dei loro gesti.

A prescindere dai disegni prodotti, è stata un'esperienza intensa e per questo non vediamo l'ora di ripeterla, quest'anno in una versione che avvicina ancora di più la scena al disegno e viceversa.
Qui sotto i miei disegni della seconda sessione, da confrontare con quelli dell'ultima, nel video precedente. In questo set ho aggiunto altri video della passata edizione.



In english, on Urban Sketchers.

05 novembre, 2013

i DisegnAttori, un laboratorio di teatro e disegno






Ci siamo divertiti a disegnare gli attori la primavera scorsa, era bello averli tutti per noi a trasportarci dentro e fuori dai quadri. Una volta iniziato lo scambio, il mescolarsi delle carte e delle stoffe, tra pittura, disegno, teatro e musica con il ritmo ad unire tutto quanto, non possiamo che andare avanti, con una nuova edizione all'insegna della commistione totale.

Ispirati dai quadri di Rosso (disegnato anche quest'estate a Volterra) e di Pontormo, quest'anno lavoreremo sul Manierismo per spingerci fino in Toscana, in occasione della mostra di Palazzo Strozzi

Se il programma vi incuriosisce, venite a sentire la presentazione del laboratorio con me, Caroline Peyron e con Francesco De Santis, Antonella Parrella e Gaetano Coccia e a vedere il lavoro della passata edizione, i nostri disegni e le foto di Cecilia Battimelli, a Napoli presso la sede di Teatri35 in largo Proprio D'Arianiello 12, il 21 novembre giovedì alle 17.00.

Con l'inconfondibile collaborazione di Franco Lancio.



Rassegna Stampa:
La Repubblica Napoli
Il Mattino
Quarta Parete
ScrivoNapoli


14 ottobre, 2013

Montenero Val Cocchiara

Montenero Val Cocchiara

A Montenero il tempo si è fermato.
Le campane della torre dell'orologio però battono anche i quarti d'ora, e una sirena suona forte alle otto, dodici, una e cinque di pomeriggio anche la domenica, a ricordare il ritmo del lavoro nei campi.

Montenero Val Cocchiara

Ci sono case con pietre decorate, come quella dello "scarpellino" e antiche iscrizioni enigmatiche, come quella secentesca "il non poter mi scusa" o la fatalista "contro la fortuna, il saper non giova", nei pressi della chiesa di San Nicola. Un posto in cui torniamo da anni e che dovrei disegnare più spesso.

Montenero Val Cocchiara

Montenero Val Cocchiara

In English on Urban Sketchers.

15 settembre, 2013

Volterra, la quarta edizione del workshop

Volterra Urban Sketchers Workshop 2013

Questa volta villa Le Guadalupe si è riempita davvero di disegnatori. In città o nel giardino, nel boschetto e sotto gli ulivi, tra i campi e a tavola nel salone affrescato, abbiamo disegnato e ci siamo divertiti. Ancora una volta abbiamo approfittato dell'ospitalità di Klaudia Ruschkowski e Wolfgang Storch e dell'energia positiva di un luogo dove non mi stanco di tornare. Qui le foto e i disegni dei partecipanti:




Il gruppo di disegnatori era un bel mix di età, competenze e provenienza. Da Napoli a Milano, Bologna e Pisa gli italiani, da Barcellona a Wolverhampton, Brema e Mosca gli stranieri, tra architetti e grafici, tra principianti ed esperti, dal gruppo di teeneger ai senior, il disegno e la pittura sono stati il linguaggio comune di quattro giornate intense.


Provando l'inchiostro, con Caroline Peyron





Grazie a Gianni Calastri ed Annet Henneman del Teatro di Nascosto che hanno ospitato la mostra finale alla Sala Docciola, a Chiara Pecorini e Antonio Palesanti per essere intervenuti e ancora grazie a Moleskine, per i taccuini.

Paesaggi ad acquerello con Simo Capecchi.
Taccuini di Fiona Mill, Amalia Scielzo, Merce Darbra e Tina Willis-Jones


In English, on Urban Sketchers Workshop.

16 agosto, 2013

RD7: due giornate nella banlieue di Parigi

RD7 hôpital BicêtreRD7 metro Villejuif-Louis Aragon
RD7 promenade en croquant 1

RD7 promenade en croquant 2

A fine giugno sono stata due giorni nella Val-du-Marne, a Sud di Parigi, a disegnare lungo la ex National 7, assieme all'amico Michel Longuet e ad un gruppo di disegnatori parigini. Questi i miei due taccuini Moleskine Japanise, e qui le foto delle due giornate di disegno collettivo.

L'evento si ripeterà, con soste diverse ma sullo stesso percorso del futuro Tramway 7, il 28 e 29 settembre prossimo. Chi si trova a Parigi è invitato a seguirci, la partecipazione è libera!

Prenotazioni e info a cura del CAUE, è gradita la prenotazione telefonando allo 01 48 52 55 20 o scrivendo a: contact@caue94.fr
Sabato 28 settembre alle 10 alla fermata del metro Villejuif-Léo Lagrange
Domenica 29 settembre alle 10 alla fermata del metro Villejuif-Louis Aragon

An open sketchwalk in the outskirts of Paris, with me and Michel Longuet. Moleskine will donate a Cahier Large to all participants. In English on Urban Sketchers and more info here:
Saturday September 28
Sunday, September 29

13 agosto, 2013

Festival Troia Teatro, un reportage disegnato



Una cinquantina di disegni in quattro giorni per documentare il festival: con la penna in mano dalla mattina alla sera, in compagnia di giovani disegnatori. La cattedrale è meravigliosa, con stravaganti figure e animali che fuoriescono a mezzo busto, zoccoli inclusi. Troia con le sue piazze e cortili sembra essere fatta per ospitare spettacoli e per essere disegnata. Gli spettacoli sono stati interessanti e ancor di più gli attori coinvolti e la possibilità di incontrarli da vicino. Disegnare in scena mi piace sempre di più.

In questo set i disegni dei partecipanti alla maratona/laboratorio e altre foto. Con la partecipazione straordinaria di Giuseppe Palumbo, invitato al festival per una performance di Action 30 e di Franco Lancio - suo il timbro dei Troian Sketchers e un bel paesaggio con pale eoliche.
Grazie a Le Cardamomò  per il valzer di questo video e per averci allietato le serate.

25 luglio, 2013

Disegno in scena: tuttun'altra Troia!



La settimana prossima inizia l'ottava edizione del Festival Troia Teatro, importante evento culturale che si svolge in provincia di Foggia, curato tra gli altri dagli amici attori di Teatri35.

Io sono invitata per la Vetrina d'Artista e ho pensato che era più divertente fare i disegni sul posto creando un reportage in diretta, durante i laboratori e gli spettacoli. Tutti (grandi e piccoli, esperti e non esperti) sono invitati a disegnare insieme a me. Avremo una postazione in prima fila durante gli spettacoli e una vetrina davanti alla cattedrale dove, quasi in tempo reale, potremo esporre i nostri disegni.

Il paese è bellissimo e durante il festival lo è ancora di più: qui videoframmenti di un'altra edizione.

Il festival è gratuito, così come questa maratona di disegno. Per i disegnatori che verranno da fuori, ospitalità gratuita in camerate, nel paese. Io sarò in giro per Troia dal 1° al 4 agosto, dalle 16 ad oltranza. Per chi è al mare in Puglia o per chi vuole vedere del buon teatro senza, per una volta, scattare foto col telefonino:  disegnamo in scena e sarà tuttun'altra Troia!

Grazie a Moleskine che anche questa una volta donerà dei piccoli taccuini ai partecipanti.
E grazie a Franco Lancio che, ancora una volta, ha disegnato il logo!

Per partecipare, è gradita una mail a simo.capecchi(at)gmail.com 
oppure una telefonata all'Ufficio Turistico: 0881/970020

07 luglio, 2013

Paris RD7: promendade en croquant

RD7 22 juin

Parigi era fredda e piovosa nei due giorni di disegno lungo la "National 7" il 22 e 23 giugno scorsi, insieme a Michel Longuet. Il gruppo di Urban Sketcher Paris però ha partecipato ugualmente, altra tempra, la loro!

Ci siamo divertiti, a dispetto del tempo e dell'itinerario non convenzionale. Il secondo ed ultimo appuntamento sarà il 28 e 29 settembre prossimo. Mercì a tous les dessinateurs parisienne, a bientot!

Qui altre foto delle due giornate 
e qui su Urban Sketchers Paris